Windows non ha avviato; Una recente modifica hardware o software potrebbe essere la causa

Il messaggio di errore “Windows non ha avviato; Una recente modifica hardware o software potrebbe essere la causa” è uno dei più comuni che si possono ricevere quando si cerca di avviare il proprio computer Windows. Questo messaggio indica che il sistema operativo non è stato in grado di avviarsi correttamente a causa di una modifica recente al software o all’hardware del computer. Questa modifica potrebbe essere stata effettuata dall’utente o potrebbe essere stata causata da un problema hardware imprevisto. In ogni caso, questo messaggio di errore può essere frustrante e preoccupante per gli utenti che cercano di utilizzare il proprio computer. In questo articolo, esploreremo le cause e le soluzioni comuni per questo problema, in modo da poter risolvere rapidamente il problema e tornare a utilizzare il proprio computer Windows senza problemi.

Come ripristinare Windows in caso di avvio anomalo: la guida completa




Come ripristinare Windows in caso di avvio anomalo: la guida completa

Se il tuo computer con sistema operativo Windows non si avvia correttamente, potresti avere un problema di avvio anomalo. Questo può essere causato da una recente modifica hardware o software. In questo caso, è importante sapere come ripristinare Windows per risolvere il problema.

Opzioni di ripristino di Windows

Windows offre diverse opzioni di ripristino, che possono essere utilizzate in base al tipo di problema riscontrato:

  • Ripristino del sistema: permette di tornare indietro nel tempo e ripristinare Windows a un punto precedente all’insorgere del problema.
  • Ripristino dell’avvio: permette di ripristinare i file di sistema necessari per l’avvio di Windows.
  • Reinstallazione di Windows: permette di reinstallare Windows mantenendo i file personali, ma perdendo i programmi installati.
  • Formattazione e reinstallazione di Windows: permette di reinstallare Windows eliminando completamente tutti i dati presenti sul disco rigido.

Come accedere alle opzioni di ripristino di Windows

Per accedere alle opzioni di ripristino di Windows, segui questi passaggi:

  1. Accendi il computer e premi ripetutamente il tasto F8 finché non compare il menu delle opzioni avanzate di avvio.
  2. Seleziona l’opzione “Risoluzione dei problemi”.
  3. Scegli l’opzione di ripristino appropriata in base al problema riscontrato.

In alternativa, puoi utilizzare un disco di ripristino di Windows o un’unità USB avviabile per accedere alle opzioni di ripristino.

Consigli utili

Per evitare problemi di avvio anomalo in futuro, segui questi consigli:

  • Effettua regolarmente il backup dei dati importanti: in caso di problemi, potrai ripristinare i dati senza perdite.
  • Installa solo software attendibili: l’installazione di software da fonti non attendibili può causare problemi al sistema.
  • Aggiorna regolarmente Windows e i driver: gli aggiornamenti possono correggere eventuali bug e migliorare la stabilità del sistema.


Computer che non si avvia: ecco cosa fare

Se hai riscontrato il problema di un computer che non si avvia quando accendi il tuo dispositivo Windows, ci possono essere diverse cause alla base del problema. Uno dei motivi principali potrebbe essere una modifica hardware o software recentemente effettuata che ha causato un malfunzionamento del sistema operativo.

Cosa fare se il computer non si avvia

Se il tuo computer non si avvia, ecco alcuni passaggi che puoi seguire per cercare di risolvere il problema:

1. Verifica i cavi e le connessioni

Controlla che tutti i cavi del tuo computer siano collegati correttamente e che non ci siano connessioni allentate o danneggiate. In particolare, assicurati che la spina dell’alimentazione sia inserita correttamente nella presa elettrica e che il cavo dell’alimentazione sia collegato al computer.

2. Rimuovi eventuali dispositivi esterni

Se hai collegato dispositivi esterni al tuo computer, come ad esempio una stampante o un disco rigido esterno, prova a rimuoverli e riavvia il computer. A volte, i dispositivi esterni possono causare problemi di avvio del sistema operativo.

3. Avvia il computer in modalità provvisoria

Se il tuo computer continua a non avviarsi, prova ad avviarlo in modalità provvisoria. In questa modalità, il sistema operativo viene avviato solo con i driver e i servizi essenziali, il che può aiutare a individuare il problema che impedisce l’avvio normale del computer.

4. Esegui una riparazione del sistema operativo

Se il problema persiste, potrebbe essere necessario eseguire una riparazione del sistema operativo. Utilizzando il DVD di installazione di Windows o una chiavetta USB di ripristino, puoi avviare il computer e seguire le istruzioni per eseguire una riparazione del sistema operativo.

Seguendo questi passaggi, puoi risolvere molti dei problemi che impediscono al tuo computer di avviarsi correttamente. Tuttavia, se il problema persiste, potrebbe essere necessario rivolgersi a un tecnico specializzato per una diagnosi più approfondita del problema.

Ripristino avvio Windows 10: Guida completa




Ripristino avvio Windows 10: Guida completa

Se Windows non si avvia correttamente, una recente modifica hardware o software potrebbe essere la causa. In questo caso, il ripristino dell’avvio di Windows potrebbe essere la soluzione. In questa guida completa, ti spiegheremo come fare.

1. Modalità provvisoria

La prima cosa da provare è la modalità provvisoria. Accendi il tuo PC e premi ripetutamente il tasto F8 finché non visualizzi il menu delle opzioni avanzate di avvio. Seleziona “Modalità provvisoria” e premi Invio. Questa modalità limita il numero di programmi e driver che vengono caricati durante l’avvio di Windows.

2. Utilizzo del ripristino di sistema

Se la modalità provvisoria non funziona, il ripristino di sistema potrebbe essere la soluzione. Accedi al menu delle opzioni avanzate di avvio come descritto in precedenza e seleziona “Ripristino di sistema”. Segui le istruzioni a schermo per ripristinare il tuo PC a un momento precedente in cui funzionava correttamente.

3. Utilizzo del ripristino di avvio

Se il ripristino di sistema non funziona, puoi provare il ripristino di avvio. Accendi il tuo PC e premi ripetutamente il tasto F8 finché non visualizzi il menu delle opzioni avanzate di avvio. Seleziona “Ripristino di avvio” e segui le istruzioni a schermo.

4. Reinstallazione di Windows 10

Se tutte le opzioni precedenti non funzionano, l’ultima risorsa è la reinstallazione di Windows 10. Questo comporta la perdita di tutti i dati sul tuo PC, quindi assicurati di aver effettuato un backup dei tuoi file importanti. Accedi al menu delle opzioni avanzate di avvio come descritto in precedenza e seleziona “Reinstalla Windows 10”. Segui le istruzioni a schermo per completare il processo di installazione.

Con queste opzioni, sarai in grado di risolvere la maggior parte dei problemi di avvio di Windows 10. Assicurati di effettuare regolarmente il backup dei tuoi file importanti per evitare la perdita di dati in caso di problemi futuri.


PC non si avvia in modalità provvisoria: ecco cosa fare

Se il tuo PC con sistema operativo Windows non si avvia in modalità provvisoria, potrebbe essere un problema frustrante e preoccupante. Questo problema può essere causato da una recente modifica hardware o software che hai effettuato sul tuo computer.

Cosa fare in questo caso?

Innanzitutto, devi capire cosa significa la modalità provvisoria. Questa modalità è una modalità di avvio di Windows che utilizza solo i driver e i servizi essenziali per far funzionare il sistema operativo. Questo può essere utile per risolvere problemi con il sistema, inclusi problemi di avvio.

Se il tuo PC non si avvia in modalità provvisoria, segui questi passaggi:

  1. Verifica la connessione hardware: verifica che tutti i tuoi dispositivi hardware siano correttamente collegati al tuo PC. Potrebbe esserci un problema con un dispositivo hardware che impedisce all’intero sistema di avviarsi correttamente.
  2. Disattiva il riavvio automatico: se il tuo PC si riavvia continuamente quando provi ad avviarlo in modalità provvisoria, potrebbe essere utile disattivare questa opzione. Per fare ciò, premi il tasto F8 durante l’avvio del sistema e seleziona “Disattiva il riavvio automatico” dalle opzioni disponibili.
  3. Utilizza il ripristino del sistema: se hai recentemente effettuato una modifica hardware o software sul tuo PC, potrebbe essere utile utilizzare la funzione di ripristino del sistema per tornare a un punto precedente in cui il sistema funzionava correttamente. Questa opzione può essere utilizzata anche se il tuo PC non si avvia in modalità provvisoria.
  4. Effettua una scansione antivirus: potrebbe esserci un virus o un malware sul tuo PC che impedisce all’intero sistema di avviarsi correttamente. Effettua una scansione antivirus completa del tuo sistema per verificare se ci sono eventuali minacce.
  5. Ripristina o reinstalla il sistema operativo: se nessuna delle opzioni precedenti funziona, potrebbe essere necessario ripristinare o reinstallare il sistema operativo. Questa opzione cancellerà tutti i dati sul tuo PC, quindi assicurati di avere un backup di tutti i tuoi file importanti prima di procedere.

Seguendo questi passaggi, dovresti essere in grado di risolvere il problema del tuo PC che non si avvia in modalità provvisoria. Ricorda sempre di fare attenzione quando apporti modifiche hardware o software al tuo computer e di effettuare regolarmente il backup dei tuoi dati.

Ciao a tutti, in questo tutorial vi mostrerò due possibili modi per risolvere un errore di avvio di Windows. L’errore dice “Windows non è riuscito a avviarsi, potrebbero essere state apportate modifiche hardware o software di recente” e poi fornisce tre suggerimenti da seguire per riparare il computer.

Come suggerisce il messaggio di errore, questo problema può essere causato da modifiche hardware o software nel computer. Sul lato hardware, potrebbe essere che il disco con i file di Windows o il sistema operativo non sia accessibile al gestore di avvio, quindi potrebbe essere allentato o in caso peggiore il disco potrebbe essere guasto. Sul lato software, potrebbe essere che alcune applicazioni o malware hanno modificato il percorso dei file di avvio di Windows, quindi il gestore di avvio non riesce a trovarli durante l’avvio.

Prima soluzione: Modifiche hardware

La prima cosa da fare è verificare che il disco in cui si trova il sistema operativo sia correttamente collegato al connettore del computer. Aprire fisicamente l’hard disk e controllare che il disco sia collegato correttamente. Eventualmente, scollegarlo e ricollegarlo saldamente per assicurarsi che sia in contatto corretto.

Successivamente, accedere al BIOS e controllare che il disco sia aggiunto ai dispositivi di avvio e che sia posizionato in cima alla lista di avvio. Probabilmente sarà necessario fare una piccola ricerca per capire quale tasto o combinazione di tasti consenta di accedere al BIOS. Durante l’avvio del computer, premere rapidamente il tasto richiesto per accedere al BIOS e, a seconda delle impostazioni del BIOS, individuare la scheda di avvio e spostare il disco contenente il sistema operativo in cima all’elenco di avvio.

Se il tuo PC ha l’opzione di avvio del BIOS del disco rigido, assicurati che il tuo disco C sia correttamente posizionato in ordine di priorità. Questo controller BBS presenta i dispositivi di avvio collegati al BIOS di sistema per la selezione del dispositivo di avvio. Controlla che il tuo disco principale sia visualizzato qui e che sia posizionato in cima all’elenco di priorità. Se per qualche motivo non vedi il tuo disco rigido nel BIOS, potrebbe essere che il disco sia guasto e in quel caso dovrai testarlo per assicurarti che funzioni correttamente con un adattatore SATA o un altro computer.

Ricorda di salvare tutte le modifiche apportate al BIOS premendo il tasto F10, selezionando “Yes” per confermare le modifiche e quindi riavviare il computer per vedere se l’errore scompare.

Seconda soluzione: Modifiche software

La seconda soluzione riguarda le situazioni in cui alcune applicazioni o malware hanno modificato le variabili del percorso del gestore di avvio, rendendolo incapace di localizzare i file di avvio di Windows durante l’avvio.

In questa soluzione useremo lo strumento bootrec per cercare di individuare eventuali installazioni di Windows sui dischi collegati al computer e quindi aggiungerli nuovamente alla lista di avvio in modo che il gestore di avvio possa localizzarli durante l’avvio.

Per fare ciò, avrai bisogno di una chiavetta USB avviabile con i file di installazione di Windows 10. Se ne hai già creata una, segui le procedure mostrate in questo articolo per farlo. Attacca la tua chiavetta USB di Windows 10 e premi il pulsante di accensione del computer per avviare il processo.

Usa i tasti funzione corrispondenti o la combinazione di escape e un tasto funzione per selezionare il dispositivo di avvio da USB. Seleziona Windows 10 (64 bit o 32 bit, a seconda della tua piattaforma) e attendi il caricamento dei file di installazione.

Nella pagina di setup iniziale seleziona “Next”, poi clicca su “Riparare il computer”, successivamente seleziona “Risoluzione dei problemi” e poi “Prompt dei comandi”.

Nel prompt dei comandi, digita il comando “bootrec /fixmbr” come mostrato sullo schermo e premi Invio. Quindi, se vedi “Operazione completata correttamente”, digita il comando “bootrec /fixboot” e premi Invio.

Vedrai nuovamente “Operazione completata correttamente”. Digita il comando “bootrec /scanos” e premi Invio. Questo comando scansionerà tutti i tuoi dischi per verificare se ci sono installazioni di Windows su uno di essi. Potrebbero volerci alcuni minuti a seconda delle specifiche del tuo sistema e delle dimensioni e del numero di dischi da scansionare.

Dopo la scansione, ti informerà se sono state trovate installazioni di Windows sui dischi. In caso positivo, digita il comando “bootrec /rebuildbcd” e premi Invio. Attendi che il processo venga eseguito. A questo punto, ti chiederà se vuoi aggiungere l’installazione di Windows alla lista di avvio. Se hai più installazioni di Windows, ti mostrerà tutte le installazioni disponibili e i corrispondenti dischi in cui sono installate. Puoi digitare “A” e premere Invio per aggiungere tutte le installazioni alla lista di avvio.

Quando hai finito, digita “exit” per chiudere il prompt dei comandi e riavvia il computer per vedere se funziona correttamente.

Se uno di questi metodi ti ha aiutato, facci sapere nei commenti. Se hai trovato utile il articolo, condividilo con coloro che potrebbero averne bisogno. Non dimenticare di iscriverti al canale per ricevere notifiche sui futuri articolo di supporto tecnico come questo. Grazie per aver guardato, ci vediamo nel prossimo articolo!