Il pulsante di schiena di Internet Explorer non funziona correttamente

Internet Explorer è uno dei browser più utilizzati al mondo, eppure può presentare alcuni problemi che possono causare fastidi agli utenti. Uno di questi problemi è rappresentato dal pulsante di schiena che non funziona correttamente. Questo pulsante è un elemento importante del browser, poiché permette di tornare indietro nella cronologia di navigazione e di ripercorrere i siti visitati in precedenza. Se il pulsante di schiena non funziona correttamente, può risultare molto scomodo e impedire una navigazione fluida e veloce. In questo articolo, esploreremo le possibili cause di questo problema e forniremo alcune soluzioni per risolverlo.

Guida completa al ripristino di Internet Explorer: ecco come fare

Se stai riscontrando problemi con il pulsante di schiena di Internet Explorer, potrebbe essere necessario ripristinare il browser. Ecco una guida completa su come fare.

Passo 1: Apri Internet Explorer e clicca sull’icona degli strumenti (l’icona a forma di ingranaggio) nell’angolo in alto a destra della finestra del browser.

Passo 2: Seleziona “Opzioni Internet” dal menu a discesa.

Passo 3: Nella finestra delle Opzioni Internet, clicca sulla scheda “Avanzate”.

Passo 4: Scorri l’elenco delle impostazioni avanzate fino a trovare “Ripristina impostazioni di Internet Explorer” e clicca su di esso.

Passo 5: Nella finestra di conferma, seleziona “Elimina impostazioni personali” se desideri eliminare eventuali impostazioni personalizzate che hai creato in Internet Explorer. In caso contrario, lascia la casella deselezionata.

Passo 6: Clicca su “Ripristina” per confermare il ripristino di Internet Explorer.

Passo 7: Una volta completato il ripristino, clicca su “Chiudi” e riavvia il browser.

Con questi semplici passaggi, dovresti essere in grado di ripristinare correttamente Internet Explorer e risolvere il problema del pulsante di schiena che non funziona. Ricorda di salvare i tuoi dati importanti prima di procedere con il ripristino.

Speriamo che questa guida completa ti sia stata utile. Per ulteriori informazioni su come risolvere problemi comuni in Internet Explorer, consulta la documentazione ufficiale di Microsoft.

La fine di Internet Explorer: scopri cosa è successo al browser di Microsoft

Il pulsante di schiena di Internet Explorer non funziona correttamente, ma questa non è l’unica ragione per cui il browser di Microsoft ha perso popolarità negli ultimi anni. Internet Explorer è stato il browser web predefinito di Windows per molti anni, ma la sua reputazione è stata compromessa da una serie di problemi di sicurezza e dalla mancanza di innovazione tecnologica.

Negli ultimi anni, Microsoft ha deciso di abbandonare Internet Explorer e di creare un nuovo browser chiamato Edge. Edge è stato progettato per essere più veloce, più sicuro e più compatibile con le tecnologie web moderne rispetto a Internet Explorer.

Ci sono molte ragioni per cui Microsoft ha deciso di abbandonare Internet Explorer. In primo luogo, il browser è stato criticato per la sua lentezza e la sua mancanza di compatibilità con le tecnologie web moderne. Inoltre, Internet Explorer è stato spesso oggetto di attacchi informatici a causa delle sue vulnerabilità di sicurezza.

Per risolvere questi problemi, Microsoft ha deciso di creare un nuovo browser chiamato Edge. Edge è stato progettato per essere più veloce e più sicuro rispetto a Internet Explorer e offre molte funzionalità avanzate per gli utenti.

L’abbandono di Internet Explorer è stato un passo importante per Microsoft e ha segnato la fine di un’era. Tuttavia, il nuovo browser Edge ha dimostrato di essere un’alternativa migliore e più sicura per gli utenti di Windows.

La decisione di abbandonare Internet Explorer è stata presa da Microsoft per risolvere i problemi di sicurezza e di compatibilità con le tecnologie web moderne. Il nuovo browser Edge è stato progettato per essere più veloce, più sicuro e più compatibile rispetto a Internet Explorer, segnando la fine di un’era per il browser di Microsoft.

Internet Explorer non funziona: soluzioni rapide per ripristinare la navigazione

Se il pulsante di schiena di Internet Explorer non funziona correttamente, ci sono alcune soluzioni rapide che puoi provare per ripristinare la navigazione. In questo articolo, ti forniremo alcune soluzioni che potrebbero aiutarti a risolvere il problema.

Controlla le impostazioni del browser

La prima cosa da fare quando si verifica un problema con Internet Explorer è controllare le impostazioni del browser. Assicurati che le impostazioni di sicurezza siano impostate correttamente e che non ci siano restrizioni impostate che impediscono la navigazione.

Elimina la cache e i cookie

Se Internet Explorer non funziona correttamente, potrebbe essere necessario eliminare la cache e i cookie del browser. Questo può essere fatto facilmente dalle impostazioni del browser.

Disabilita gli add-on del browser

Gli add-on del browser possono causare problemi con Internet Explorer. Disabilita gli add-on del browser e riavvia Internet Explorer per vedere se il problema si risolve.

Aggiorna Internet Explorer

Assicurati di avere l’ultima versione di Internet Explorer installata. Se non lo hai già fatto, aggiorna il browser all’ultima versione disponibile.

Ripristina le impostazioni del browser

Se tutte le altre soluzioni non funzionano, puoi provare a ripristinare le impostazioni del browser. Questo eliminerà tutte le personalizzazioni e le modifiche apportate al browser, ma potrebbe risolvere il problema.

Controlla le impostazioni del browser, elimina la cache e i cookie, disabilita gli add-on del browser, aggiorna Internet Explorer o ripristina le impostazioni del browser per risolvere il problema.

Sbloccare Pop-up su Internet Explorer: Guida Pratica

Se stai utilizzando Internet Explorer e hai problemi con i pop-up, sei nel posto giusto! In questa guida pratica, ti mostreremo come sbloccare i pop-up su Internet Explorer per poter navigare senza problemi.

Passo 1: Apri Internet Explorer e clicca sull’icona dell’ingranaggio nell’angolo in alto a destra della finestra.

Passo 2: Seleziona “Opzioni Internet” dal menu a discesa.

Passo 3: Nella finestra delle opzioni, clicca sulla scheda “Privacy”.

Passo 4: Scorri verso il basso fino a trovare la sezione “Blocco pop-up” e clicca sul pulsante “Impostazioni”.

Passo 5: Inserisci l’URL del sito web per cui desideri sbloccare i pop-up e clicca su “Aggiungi”.

Passo 6: Ripeti il passaggio 5 per ogni sito web per cui vuoi sbloccare i pop-up.

Passo 7: Clicca su “Chiudi” per chiudere la finestra di dialogo delle impostazioni dei pop-up.

Passo 8: Riavvia Internet Explorer per rendere effettive le modifiche.

Ora i pop-up dei siti web che hai aggiunto alla lista di siti autorizzati verranno mostrati senza problemi.

Speriamo che questa guida pratica ti sia stata utile per sbloccare i pop-up su Internet Explorer. Se hai ancora problemi, ti consigliamo di contattare l’assistenza tecnica per ulteriori aiuti.

Salve a tutti, sono Ty Grady del team APusher di Microsoft. Oggi voglio parlare dell’annuncio della fine del supporto per Internet Explorer 11 come browser autonomo e fornire alcuni consigli di risoluzione dei problemi per gli errori più comuni nella configurazione di IE mode in Microsoft Edge.

La fine del supporto per IE11 come browser autonomo su molti sistemi Windows 10 è imminente. Ma se hai ancora delle applicazioni web o dei siti legacy che richiedono IE, non preoccuparti, perché il futuro di IE è in Microsoft Edge con IE mode. IE mode sarà supportato su alcune versioni di Windows fino almeno al 2029, dandoti tutto il tempo necessario per modernizzare le tue applicazioni per Microsoft Edge con il suo motore Chromium.

La configurazione di IE mode e la migrazione a Microsoft Edge per le imprese è abbastanza semplice, e abbiamo molti strumenti disponibili per aiutarti nei vari passaggi del processo. Inoltre, puoi trovare i link descritti nel articolo qui sotto e avere una panoramica generale con la guida su IE mode di aka.ms/ie-mode-guide o puoi utilizzare lo strumento di configurazione self-service IE mode all’indirizzo aka.ms/configure-ie-mode.

Puoi anche guardare il nostro articolo sul webinar di IE mode in cui discutiamo della procedura di configurazione e di come risolvere eventuali problemi che riscontri. Puoi trovare il articolo su aka.ms/ie-mode-webinar. E se hai già provato a configurare IE mode ma riscontri ancora problemi di compatibilità, puoi rivolgerti al nostro team, il team APusher, all’indirizzo aka.ms/aperture, dove possiamo aiutarti a far funzionare le tue applicazioni e i tuoi siti web in IE11 con Microsoft Edge in modalità IE, senza costi aggiuntivi. Puoi trovare ulteriori informazioni sul nostro servizio all’indirizzo aka.ms/aperture.

Dopo aver lavorato con oltre 600 clienti su oltre 1500 casi relativi ai browser in Aperture, abbiamo notato alcuni pattern comuni. Inizialmente, il tasso di compatibilità delle applicazioni e dei siti che passano da IE11 a IE mode e Microsoft Edge è estremamente alto. Circa il 99,6% delle applicazioni funziona correttamente con la configurazione adeguata.

Tuttavia, ci sono alcune cause comuni di errori. Ad esempio, se hai una vecchia applicazione web che richiede IE, potresti aver aggiunto il sito alla lista di IE mode, ma potresti non essere effettivamente in IE mode. Verifica se l’indirizzo nella barra del browser mostra l’icona di Internet Explorer. Se non lo fa, potrebbe esserci un problema nella configurazione di IE mode o nella voce specifica nella lista di siti.

Un altro problema frequente è la mancanza di compatibilità delle impostazioni. Esiste una sezione nella pagina edge://compat del browser che mostra le impostazioni di IE mode. È importante assicurarsi che sia abilitato e che le impostazioni di IE mode siano correttamente impostate.

Infine, se riscontri ancora problemi, puoi utilizzare lo strumento NetExport del browser per ottenere una traccia di rete dei tuoi tentativi di accesso. Questo ti permetterà di identificare possibili siti neutrali mancanti e di aggiungerli alla tua lista di siti di IE mode.

In sintesi, il passaggio da IE a Microsoft Edge con IE mode può sembrare complicato, ma con gli strumenti e le tecniche giuste è un processo relativamente semplice. Ti raccomandiamo di configurare IE mode e disabilitare IE11 come browser autonomo tramite la strategia di gruppo, in modo da avere il controllo del processo di migrazione e risolvere eventuali problemi prima che diventino più grandi. Se hai bisogno di aiuto, non esitare a contattare il nostro team APusher al link aka.ms/aperture per ricevere assistenza gratuita in materia di compatibilità. Buon lavoro con la tua migrazione da IE a Microsoft Edge!