H.264 vs H.265 vs H.266: spieghiamo di cosa si tratta

Negli ultimi anni, l’industria dell’audio e video ha visto una rapida evoluzione delle tecnologie di compressione video. In particolare, i codec H.264, H.265 e H.266 sono diventati molto popolari grazie alla loro capacità di migliorare la qualità video e di ridurre la dimensione del file. Questi codec sono utilizzati in molte applicazioni che vanno dalla televisione digitale alla videoconferenza, passando per la realtà virtuale. Tuttavia, non tutti gli utenti conoscono le differenze tra questi codec e le loro specifiche caratteristiche. In questo contesto, questa guida fornisce una panoramica su H.264, H.265 e H.266, spiegando le loro differenze e le loro applicazioni principali.

H264 vs H265: Scopri le differenze tra i due codec video

H264 e H265 sono due dei codec video più utilizzati al mondo. Entrambi sono utilizzati per comprimere i file video e renderli più leggeri, permettendo così di trasferirli più facilmente su internet o su dispositivi mobili. Tuttavia, ci sono alcune differenze fondamentali tra i due, che possono influenzare la qualità del video e la sua compressione.

Il H.264, anche conosciuto come MPEG-4 Part 10 o AVC (Advanced Video Coding), è stato introdotto nel 2003. È ancora uno dei codec video più utilizzati al mondo, soprattutto per la distribuzione di contenuti su internet, grazie alla sua alta compatibilità con diversi dispositivi e piattaforme. H.264 utilizza una tecnologia di compressione lossy, che mira a ridurre la quantità di dati che devono essere trasmessi senza influire troppo sulla qualità del video.

Il H.265, anche noto come HEVC (High Efficiency Video Coding), è stato introdotto nel 2013. È stato creato come successore di H.264, con l’obiettivo di migliorare la compressione dei file video e la qualità dell’immagine. H.265 utilizza anche la compressione lossy, ma utilizza tecniche più avanzate per ridurre la quantità di dati trasmessi e migliorare la qualità del video.

Le principali differenze tra i due codec video sono legate alla compressione e alla qualità dell’immagine. H.265 è in grado di comprimere i file video fino al 50% in più rispetto a H.264, mantenendo la stessa qualità dell’immagine. Ciò significa che i file video in H.265 sono più piccoli, ma la qualità dell’immagine rimane alta.

Inoltre, H.265 supporta risoluzioni video più elevate rispetto a H.264, fino a 8K. Questo lo rende ideale per la riproduzione di contenuti ad alta definizione su schermi di grandi dimensioni. Tuttavia, il supporto per H.265 è ancora limitato su alcuni dispositivi e piattaforme, il che significa che potrebbe non essere compatibile con tutti i dispositivi.

H.266, anche noto come VVC (Versatile Video Coding), è stato introdotto nel 2020 ed è il successore di H.265. H.266 è ancora più efficiente nella compressione dei file video rispetto ai suoi predecessori, con un tasso di compressione fino al 50% in più rispetto a H.265. Ciò significa che i file video in H.266 sono ancora più piccoli, mantenendo comunque la stessa qualità dell’immagine.

H.264 è ancora uno dei codec video più utilizzati al mondo, mentre H.265 e H.266 offrono una migliore compressione dei file video e una qualità dell’immagine ancora più elevata. Tuttavia, è importante tenere presente che il supporto per questi codec può variare da dispositivo a dispositivo.

H 265: La guida completa al significato e alle funzionalità del codec video di ultima generazione

Il codec video H.265, noto anche come High Efficiency Video Coding (HEVC), è la tecnologia di compressione video di ultima generazione che promette di rivoluzionare il mondo dell’audiovisivo. Ma di cosa si tratta esattamente e quali sono le sue funzionalità?

Comprendere il significato di H.265

H.265 è un codec video sviluppato dallo standard ISO/IEC MPEG e ITU-T VCEG. Si tratta di una tecnologia di compressione video avanzata che permette di ridurre drasticamente la quantità di dati necessari per rappresentare un video, senza comprometterne la qualità.

In altre parole, H.265 è in grado di offrire una qualità video superiore a quella garantita dal precedente codec H.264, utilizzando meno dati. Questo significa che i video compressi con H.265 sono più piccoli e più facili da gestire, senza perdita di qualità.

Le funzionalità di H.265

Le principali funzionalità di H.265 includono:

Compressione avanzata: H.265 utilizza algoritmi di compressione video avanzati per ridurre la quantità di dati necessari per rappresentare un video, senza comprometterne la qualità.
Riduzione della banda: grazie alla sua capacità di compressione avanzata, H.265 richiede meno larghezza di banda rispetto al codec precedente H.264. Ciò significa che i video possono essere trasmessi su reti con una banda limitata, senza comprometterne la qualità.
Supporto per risoluzioni elevate: H.265 è in grado di gestire risoluzioni video molto elevate, fino a 8K, senza comprometterne la qualità.
Riduzione del consumo di energia: grazie alla sua capacità di compressione avanzata, H.265 richiede meno risorse di sistema rispetto al codec precedente H.264. Ciò significa che i dispositivi che utilizzano H.265 consumano meno energia.

H.265 vs H.264 vs H.266

H.265 è il codec video di ultima generazione, ma come si confronta con i codec precedenti come H.264 e il futuro H.266?

H.264 è stato il codec video più utilizzato negli ultimi anni. Tuttavia, H.264 ha limiti in termini di qualità video e larghezza di banda. H.265 supera questi limiti grazie alla sua capacità di compressione avanzata.

H.266, noto anche come VVC (Versatile Video Coding), è il successore di H.265 e promette di offrire una compressione video ancora più avanzata. Tuttavia, H.266 è ancora in fase di sviluppo e la sua adozione da parte del mercato potrebbe richiedere alcuni anni.

Sebbene H.266 prometta di offrire una compressione ancora più avanzata, H.265 è attualmente il codec più diffuso e utilizzato nel mondo dell’audiovisivo.

H 264: significato e funzionamento del codec video

Il codec video H.264, anche conosciuto come MPEG-4 Part 10 o AVC (Advanced Video Coding), è uno dei formati di compressione video più utilizzati al mondo.

Significato

H.264 è uno standard di compressione video sviluppato dal gruppo MPEG (Moving Picture Experts Group) e ITU-T Video Coding Experts Group. Il codec consente di ridurre drasticamente la dimensione dei file video senza compromettere la qualità dell’immagine.

Funzionamento

H.264 utilizza una tecnica di compressione con perdita di informazioni, che si basa sulla rimozione delle informazioni ridondanti dell’immagine. Il codec suddivide il video in una serie di fotogrammi chiave (keyframe) e fotogrammi successivi (interframe). I fotogrammi chiave contengono l’intera immagine, mentre i fotogrammi successivi contengono solo le modifiche rispetto al fotogramma precedente. Questo processo di compressione consente di ridurre la dimensione del file video senza perdere la qualità dell’immagine.

Vantaggi

H.264 offre numerosi vantaggi rispetto ai codec video precedenti. In primo luogo, consente di ottenere una maggiore qualità dell’immagine a parità di dimensione del file. In secondo luogo, è compatibile con una vasta gamma di dispositivi e piattaforme, dai computer ai dispositivi mobili.

Nonostante H.264 sia ancora uno dei codec video più utilizzati al mondo, sta perdendo terreno a favore di nuovi standard come H.265 e H.266, che offrono una maggiore efficienza di compressione. Tuttavia, H.264 rimane uno standard importante e ampiamente utilizzato in molti settori, tra cui la trasmissione televisiva, la videosorveglianza e lo streaming online.

Nonostante sia stato soppiantato da nuovi standard come H.265 e H.266, rimane comunque un formato fondamentale in molti settori.

Se siete familiari con il processo di streaming in diretta, è probabile che vi siate imbattuti in molte informazioni sui codec articolo e le compressioni, in particolare HEVC o High Efficiency articolo Coding e AVC o Advanced articolo Coding. Nonostante possano sembrare relativamente simili, la compressione che utilizzate può fare una grande differenza nel vostro flusso di lavoro di produzione.

In primo luogo, perché dobbiamo comprimere i articolo? Non sarebbe più logico inviarli direttamente dalla telecamera a destinazione senza passare attraverso un encoder? Il motivo è che con una fotocamera digitale viene generata una grande quantità di dati per conservare tutti i dettagli dell’immagine. Tuttavia, sarebbe quasi impossibile inviare tutti questi dati abbastanza velocemente da raggiungere la destinazione finale intatti e in tempo reale. Quindi, ciò che fa il nostro encoder è comprimere i dati per ottenere una dimensione di file che può essere trasferita su una rete, mantenendo comunque una grande qualità dell’immagine.

Ora che abbiamo spiegato tutto ciò, qual è la differenza tra le due principali compressioni, HEVC e AVC? La risposta è nel nome stesso: high efficiency (alta efficienza). HEVC offre la stessa qualità articolo di AVC a metà del bit rate, consentendo di aumentare del doppio la quantità di informazioni e ottenere una migliore e più costante fedeltà dell’immagine. Questa nuova compressione offre un mondo di possibilità sia nella produzione cinematografica che in quella in diretta, che possono migliorare i flussi di lavoro, replicare senza perdite i feed delle telecamere e offrire una libertà creativa mai vista prima.

Che siate in collaborazione in un set, su una piattaforma articolo online o su un decoder hardware, HEVC supera AVC in tutti i campi. È una cosa parlare di tutti i vantaggi, ma è un’altra vederlo in azione. Prendiamo in esame un esempio: abbiamo scelto una clip di una partita di calcio, qualcosa che comunemente sarebbe oggetto di uno streaming in diretta. Ecco la clip in AVC a 3 megabit al secondo. Ora diamo un’occhiata alla stessa clip a 3 megabit al secondo utilizzando il codec HEVC. Se poi confrontiamo i due codec, possiamo vedere che mancano molte informazioni, soprattutto nelle aree con dettaglio fine e molto movimento.

Sarebbe logico utilizzare HEVC ogni volta, ma purtroppo molte piattaforme articolo online non supportano nativamente il codec HEVC, quindi dobbiamo usare AVC per la consegna. Tuttavia, attraverso la nostra piattaforma cloud, Core, è possibile trascodificare HEVC in AVC, quindi siamo in grado di supportare tutte le vostre esigenze. Che siate degli streamer alle prime armi o dei veterani con un alto budget, è importante essere informati sui codec articolo e gli encoder, in modo da poter offrire sempre il miglior contenuto possibile.