Electron Screen Recorder è un’app leggera creata utilizzando Web Technologies

Electron Screen Recorder è un’applicazione leggera e facile da usare che consente di registrare lo schermo del proprio computer. Creato con tecnologie web, Electron Screen Recorder è compatibile con diverse piattaforme tra cui Windows, Mac e Linux. Grazie alla sua interfaccia intuitiva, l’applicazione permette di registrare video di alta qualità con pochi clic, rendendola ideale per chiunque abbia bisogno di registrare tutorial, presentazioni o gameplay. Inoltre, l’utilizzo di tecnologie web consente la creazione di un’applicazione altamente personalizzabile e facilmente integrabile con altri strumenti web.

Electron: il futuro delle applicazioni desktop?

Negli ultimi anni, abbiamo visto un aumento nell’uso di tecnologie web per la creazione di applicazioni desktop. Uno strumento che sta diventando sempre più popolare in questo contesto è Electron. Ma cosa è Electron e perché è considerato il futuro delle applicazioni desktop?

Electron è un framework open source creato da Github che permette di creare applicazioni desktop multi-piattaforma utilizzando tecnologie web come HTML, CSS e JavaScript. Ciò significa che gli sviluppatori possono utilizzare le stesse competenze che hanno acquisito per creare applicazioni web per creare applicazioni desktop.

Ciò che rende Electron così potente è la sua capacità di creare applicazioni che funzionano su diverse piattaforme come Windows, macOS e Linux. Inoltre, Electron supporta anche l’integrazione con le funzionalità del sistema operativo, come la notifica di sistema e la gestione dei file.

Un esempio di applicazione creata con Electron è Electron Screen Recorder, una leggera app per la registrazione dello schermo che utilizza tecnologie web come formato HTML. Grazie a Electron, l’app può essere utilizzata su diverse piattaforme e ha accesso alle funzionalità del sistema operativo.

Inoltre, Electron ha anche un’attiva comunità di sviluppatori che lavorano per migliorare costantemente il framework e fornire supporto agli sviluppatori.

Grazie alla sua capacità di creare applicazioni multi-piattaforma utilizzando tecnologie web, Electron offre un’esperienza di sviluppo più semplice e accessibile per gli sviluppatori. Con il supporto della comunità di sviluppatori in continua crescita, Electron promette di essere una scelta vincente per lo sviluppo di applicazioni desktop.

Benvenuti! Oggi vi parleremo di Towri, uno strumento per la creazione di applicazioni desktop native utilizzando tecnologie web con un leggero backend Rust. Questo strumento vi permette di utilizzare il vostro framework JavaScript preferito per progettare un’interfaccia utente e quindi pacchettizzarla per Mac OS, Windows e Linux con un’unica base di codice.

Nel corso degli anni, molti sviluppatori JavaScript hanno cercato il modo perfetto per creare app cross-platform. Negli ultimi anni, Electron è stato il leader in questo settore, offrendo un backend in Node.js e un frontend con il browser Chromium. Tuttavia, uno dei principali critiche a questo approccio è che produce un file eseguibile molto grande che consuma molta memoria.

Towri ha adottato un approccio diverso, sostituendo Node.js con Rust e Chromium con librerie come Tau e Rye per fornire una webview leggera. Il risultato finale è un pacchetto più piccolo e un consumo di memoria più efficiente. Inoltre, la sicurezza è fondamentale per Towri, il quale offre un pattern di isolamento per impedire che script non attendibili accedano al backend dalla webview.

Utilizzo di Towri

Per iniziare, è necessario installare Rust e Node.js sul proprio sistema. Successivamente, si può creare una nuova applicazione Towri e scegliere il proprio framework JavaScript preferito per sviluppare il frontend. L’aspetto è identico a un progetto web, ad eccezione della cartella “src/towri” che contiene il backend per l’applicazione desktop nativa.

All’interno di questa cartella si troveranno le icone che verranno visualizzate quando l’applicazione è installata. Le icone sono referenziate nel file di configurazione di Towri, che contiene anche importanti informazioni come l’identificatore del bundle e le impostazioni di compilazione per Mac OS, Windows e Linux.

Il punto di ingresso per il backend è il file “main.rs”. Qui è possibile personalizzare l’esperienza sul sistema operativo nativo importando i tipi di menu. Inoltre, è possibile definire codice Rust che può essere invocato dal frontend JavaScript. Towri dispone anche di un proprio sistema di eventi personalizzato che consente un complesso passaggio di messaggi tra il frontend e il backend.

Passando al codice del frontend, è possibile accedere a diverse API native utilizzando JavaScript. Ad esempio, potremmo importare la funzione “writeFile” del sistema di file e semplicemente associarla all’evento di clic di un pulsante. In questo modo, l’applicazione sarà in grado di creare un file sul disco rigido dell’utente. Inoltre, è possibile mostrare allo stesso modo una finestra di dialogo nativa con una semplice riga di codice utilizzando l’API di Towri.

L’accesso a qualsiasi metodo delle API può essere controllato dal file di configurazione “towri.toml”.

Compilazione e creazione dell’app

Per compilare e creare l’app, è sufficiente eseguire il comando “tow rebuild”. Questo creerà un file eseguibile nella cartella “target”. Complimenti, avete appena creato un’applicazione desktop nativa ad alte prestazioni che può essere eseguita su qualsiasi piattaforma!

Questo è stato Towri in 100 secondi. Se desiderate un tutorial completo, fatecelo sapere nei commenti. Grazie per la visione e ci vediamo nella prossima!