Risolvi la CPU Microsoft Edge High e l’utilizzo della memoria su MacOS

Microsoft Edge è il browser web sviluppato da Microsoft disponibile anche per i sistemi operativi MacOS. Tuttavia, alcuni utenti hanno riscontrato problemi di utilizzo eccessivo della CPU e della memoria del proprio dispositivo durante l’utilizzo del browser. Questo può causare rallentamenti e problemi di prestazioni del sistema. In questo articolo, esploreremo alcune soluzioni per risolvere il problema dell’utilizzo eccessivo della CPU e della memoria su Microsoft Edge per MacOS, fornendo consigli utili per migliorare le prestazioni del browser e del computer.

Monitoraggio CPU su Mac: ecco come farlo

Se sei un utente Mac e riscontri problemi di utilizzo elevato della CPU e della memoria quando utilizzi Microsoft Edge, monitorare la CPU potrebbe aiutarti a individuare il problema e risolverlo. Ecco come fare:

Utilizzo della finestra Attività Monitor

La prima opzione è utilizzare la finestra Attività Monitor integrata in macOS. Per accedere all’Attività Monitor, premi il tasto Command + Spazio per aprire la barra di ricerca e digita “Monitoraggio attività”. Seleziona l’applicazione dall’elenco dei risultati e fai clic su Apri.

Nella finestra Attività Monitor, seleziona la scheda Processi. Qui puoi visualizzare tutti i processi in esecuzione sul tuo Mac, ordinati in base all’utilizzo della CPU, della memoria, dell’energia, del disco e della rete. Per individuare l’utilizzo elevato della CPU di Microsoft Edge, cerca il processo denominato “Microsoft Edge” e controlla l’utilizzo della CPU nella colonna % CPU.

Se trovi che Microsoft Edge sta utilizzando troppa CPU, puoi selezionare il processo e fare clic sul pulsante Esci nell’angolo in alto a sinistra per chiudere l’applicazione.

Utilizzo dell’applicazione Activity Monitor

Un’altra opzione è utilizzare un’applicazione di terze parti come Activity Monitor. Questa applicazione offre funzionalità simili all’Attività Monitor integrata, ma con alcune funzionalità aggiuntive come la possibilità di visualizzare l’utilizzo della CPU in tempo reale nella barra dei menu.

Per utilizzare Activity Monitor, scarica e installa l’applicazione dal Mac App Store. Dopo l’installazione, apri l’applicazione e seleziona la scheda Processi. Qui puoi visualizzare tutti i processi in esecuzione sul tuo Mac, ordinati in base all’utilizzo della CPU, della memoria, dell’energia, del disco e della rete. Per individuare l’utilizzo elevato della CPU di Microsoft Edge, cerca il processo denominato “Microsoft Edge” e controlla l’utilizzo della CPU nella colonna % CPU.

Se trovi che Microsoft Edge sta utilizzando troppa CPU, puoi selezionare il processo e fare clic sul pulsante Esci nell’angolo in alto a sinistra per chiudere l’applicazione.

7 strategie efficaci per ridurre l’utilizzo della CPU

Se stai riscontrando problemi di utilizzo elevato della CPU sul tuo computer MacOS durante l’utilizzo di Microsoft Edge, ci sono alcune strategie efficaci che puoi utilizzare per risolvere questo problema. Ecco sette suggerimenti che potrebbero aiutare a ridurre l’utilizzo della CPU:

  1. Aggiorna Microsoft Edge: Assicurati di avere l’ultima versione di Microsoft Edge installata sul tuo computer. Gli aggiornamenti spesso includono miglioramenti delle prestazioni e correzioni di bug che possono ridurre l’utilizzo della CPU.
  2. Disattiva le estensioni: Se utilizzi molte estensioni su Microsoft Edge, potrebbero essere una delle cause dell’utilizzo elevato della CPU. Prova a disattivare alcune o tutte le estensioni per vedere se ciò riduce l’utilizzo della CPU.
  3. Elimina la cronologia del browser: La cronologia del browser può accumularsi e occupare spazio sulla tua CPU. Prova a eliminare la cronologia del browser e la cache per liberare spazio e ridurre l’utilizzo della CPU.
  4. Disattiva le schede inutilizzate: Se hai molte schede aperte contemporaneamente su Microsoft Edge, potrebbero contribuire a un utilizzo elevato della CPU. Prova a disattivare le schede inutilizzate per liberare risorse e ridurre l’utilizzo della CPU.
  5. Disattiva la sincronizzazione: La sincronizzazione di Microsoft Edge può richiedere molte risorse della CPU. Prova a disattivare la sincronizzazione per vedere se ciò riduce l’utilizzo della CPU.
  6. Disattiva il salvataggio automatico delle password: Il salvataggio automatico delle password può richiedere molte risorse della CPU. Prova a disattivare questa funzione per vedere se ciò riduce l’utilizzo della CPU.
  7. Riavvia il browser: Se tutte le altre opzioni non funzionano, prova a riavviare Microsoft Edge. Ciò può aiutare a liberare risorse e ridurre l’utilizzo della CPU.

Queste strategie possono aiutare a ridurre l’utilizzo della CPU su Microsoft Edge su MacOS. Tuttavia, se il problema persiste, potrebbe essere necessario contattare il supporto tecnico di Microsoft o Apple per ulteriori assistenza.

Come monitorare l’attività della CPU: guida completa

Se stai riscontrando un alto utilizzo della CPU da parte di Microsoft Edge su MacOS, potrebbe essere necessario monitorare l’attività della CPU per individuare il problema. In questa guida completa, ti spiegheremo come fare.

Passo 1: Utilizza l’Activity Monitor di MacOS

Il modo più semplice per monitorare l’attività della CPU su MacOS è utilizzare l’Activity Monitor. Questo strumento è integrato in macOS e ti consente di monitorare l’utilizzo della CPU in tempo reale. Per avviare Activity Monitor, segui questi passi:

  1. Apri la cartella “Utility” all’interno della cartella “Applicazioni”.
  2. Cerca e fai clic su “Activity Monitor”.
  3. Nella finestra di Activity Monitor, seleziona la scheda “CPU”.
  4. Puoi visualizzare l’utilizzo della CPU in tempo reale per ogni processo in esecuzione sul tuo Mac. Seleziona il processo di Microsoft Edge e guarda l’utilizzo della CPU.

Passo 2: Utilizza la riga di comando

Se preferisci utilizzare la riga di comando, puoi utilizzare lo strumento “top” per monitorare l’utilizzo della CPU. Per avviare “top”, apri il Terminale e digita il comando “top”.

In “top”, puoi visualizzare l’utilizzo della CPU per ogni processo in esecuzione sul tuo Mac. Per ordinare i processi in base all’utilizzo della CPU, premi “Shift” + “P”. In questo modo, puoi individuare facilmente il processo di Microsoft Edge che sta utilizzando la maggior parte della CPU.

Passo 3: Utilizza un’applicazione di terze parti

Se desideri un’opzione più avanzata per monitorare l’attività della CPU su MacOS, puoi utilizzare un’applicazione di terze parti come iStat Menus o MenuMeters. Queste applicazioni ti consentono di monitorare non solo l’utilizzo della CPU, ma anche l’utilizzo della memoria, la temperatura del processore e altro ancora.

Con queste applicazioni, puoi visualizzare un’icona nella barra del menu che ti consente di monitorare facilmente l’utilizzo della CPU in tempo reale. Inoltre, puoi configurare avvisi per informarti quando un processo raggiunge un certo livello di utilizzo della CPU.

Conclusione

Monitorare l’attività della CPU su MacOS è un modo utile per individuare i problemi di utilizzo della CPU e risolverli. Utilizzando l’Activity Monitor, la riga di comando o un’applicazione di terze parti, puoi monitorare facilmente l’utilizzo della CPU e prendere le azioni necessarie per risolvere il problema.

10 modi per aumentare la velocità del tuo Macbook

Se sei un utente di MacBook, sai che il tuo dispositivo è uno dei migliori al mondo in termini di prestazioni e affidabilità. Tuttavia, anche il tuo MacBook può rallentare a causa di vari fattori, come l’uso eccessivo della CPU e della memoria da parte di Microsoft Edge. Qui ci sono 10 modi per aumentare la velocità del tuo Macbook e risolvere il problema dell’utilizzo elevato della CPU e della memoria su MacOS.

1. Aggiorna il sistema operativo

Aggiornare il sistema operativo del tuo MacBook è il modo più semplice per ottimizzare le prestazioni del tuo dispositivo. Assicurati di avere l’ultima versione di MacOS, poiché ogni nuova versione contiene miglioramenti per la velocità e la sicurezza.

2. Rimuovi applicazioni inutili

Elimina le applicazioni che non usi più, poiché occupano spazio sul disco rigido e possono rallentare il tuo MacBook. Usa la funzione di disinstallazione nativa di MacOS o utilizza un’applicazione di terze parti come CleanMyMac per rimuovere definitivamente le applicazioni indesiderate.

3. Disattiva le applicazioni in background

Disattiva le applicazioni in background che non ti servono al momento. Utilizza la funzione “Monitoraggio attività” di MacOS per identificare le applicazioni che utilizzano troppa CPU e memoria e chiudile.

4. Disattiva gli effetti visivi

Disattiva gli effetti visivi come le finestre trasparenti e le animazioni per risparmiare memoria e CPU. Vai su “Preferenze di sistema” > “Accessibilità” > “Visualizza” e disattiva gli effetti visivi.

5. Pulisci il tuo disco rigido

Pulisci il tuo disco rigido regolarmente per liberare spazio e migliorare le prestazioni del tuo MacBook. Utilizza l’applicazione di pulizia del disco nativa di MacOS o utilizza un’applicazione di terze parti come CleanMyMac.

6. Utilizza un programma antivirus

Utilizza un programma antivirus affidabile per proteggere il tuo MacBook da virus e malware. Un’attività di scansione regolare assicura che il tuo dispositivo funzioni in modo efficiente.

7. Aggiungi RAM

Aggiungi RAM al tuo MacBook per migliorare le prestazioni del tuo dispositivo. Maggiore è la RAM, maggiore è la velocità del tuo MacBook. Consulta il manuale del tuo MacBook per scoprire il tipo di RAM compatibile.

8. Utilizza un SSD

Utilizza un SSD (Solid State Drive) al posto di un HDD (Hard Disk Drive) per migliorare notevolmente le prestazioni del tuo MacBook. Gli SSD sono più veloci e affidabili rispetto agli HDD.

9. Disattiva le estensioni del browser

Disattiva le estensioni del browser che non usi per risparmiare memoria e CPU. Questo è particolarmente importante per Microsoft Edge, che può utilizzare molta memoria e CPU a causa di estensioni di terze parti.

10. Esegui la manutenzione regolare

Esegui la manutenzione regolare del tuo MacBook per mantenerlo in ottime condizioni. Ciò include l’eliminazione di file temporanei, la pulizia della cache del browser e l’esecuzione di attività di manutenzione come la riparazione dei permessi del disco.

Con questi 10 modi per aumentare la velocità del tuo MacBook, puoi risolvere il problema dell’utilizzo elevato della CPU e della memoria su MacOS e migliorare le prestazioni del tuo dispositivo. Rendi il tuo MacBook più veloce e affidabile seguendo questi semplici consigli!

Sebbene sia meno pesante in termini di risorse rispetto a Google Chrome, Microsoft Edge consuma comunque molte risorse di sistema per migliorare le prestazioni. Quando ciò accade, l’utilizzo della memoria di Edge su Windows può aumentare considerevolmente. Se hai riscontrato un problema simile sul tuo PC Windows, ecco come risolverlo.

La prima cosa da provare è cancellare la cache di navigazione del browser Edge. Per farlo, apri Microsoft Edge e premi contemporaneamente i tasti Ctrl + Shift + Canc sulla tastiera per aprire il pannello per cancellare i dati di navigazione. Seleziona la casella che dice “Immagini e file memorizzati nella cache” e premi il pulsante “Cancella ora”.

Inoltre, è probabile che ci siano molte schede aperte in background che utilizzano molta memoria e risorse. Puoi chiuderle facilmente utilizzando il Task Manager di Edge. Per farlo, mentre il browser Edge è aperto, premi contemporaneamente i tasti Shift + Esc sulla tastiera per aprire il Task Manager del browser. Clicca sulla colonna “Memoria” per ordinare le schede in base all’uso della RAM. Seleziona le schede indesiderate e utilizza il pulsante “Termina processo” per chiuderle.

Il browser Edge dispone anche di una modalità di efficienza che ti consente di utilizzare in modo oculato le risorse di sistema. Per abilitarla, apri Microsoft Edge, clicca sull’icona del menu a tre punti nell’angolo in alto a destra e seleziona “Impostazioni” dalla lista. Vai alla scheda “Sistema e prestazioni” e utilizza il menu a tendina accanto a “Attiva la modalità di efficienza quando” per selezionare “Sempre”.

Un’altra cosa che puoi provare per risolvere l’elevato utilizzo della memoria di Edge è disabilitare l’accelerazione hardware. Per farlo, apri il browser Microsoft Edge e seleziona “Impostazioni” dalla lista. Vai alla scheda “Sistema e prestazioni” e disattiva l’interruttore accanto a “Utilizza l’accelerazione hardware quando disponibile”. Riavvia il browser Edge per verificare se ciò aiuta.

Microsoft Edge dispone anche di una funzionalità di avvio rapido che pre-carica alcuni dei suoi processi principali durante l’avvio del sistema. Tuttavia, questo può mettere un carico extra sul tuo sistema e consumare ancora più RAM. Per disabilitare l’avvio rapido in Edge, apri le impostazioni di sistema di Edge come mostrato nel passaggio precedente e disattiva l’interruttore accanto a “Avvio rapido”.

È anche possibile che tu abbia molte estensioni installate che possono influire negativamente sulle prestazioni del browser. Pertanto, è meglio rimuovere le estensioni che non usi più. Per farlo, apri il browser Edge, inserisci il seguente percorso nella barra degli indirizzi e premi Invio. Utilizza gli interruttori per disabilitare le estensioni indesiderate o clicca sul pulsante “Rimuovi” per disinstallarle.

Infine, se tutto il resto fallisce, puoi provare a riparare l’installazione di Microsoft Edge sul tuo PC. Per farlo, premi contemporaneamente i tasti Windows e I per aprire le impostazioni di Windows, vai alla scheda “App” sulla sinistra e fai clic su “App installate”. Scorri verso il basso per individuare Microsoft Edge nell’elenco, fai clic sull’icona del menu a tre punti accanto ad esso e seleziona “Modifica” e poi “Ripara”. Attendi il completamento del processo e verifica se il problema dell’utilizzo elevato della memoria persiste.

Speriamo che ora tu possa utilizzare con successo Edge sul tuo PC Windows senza che consumi troppe risorse. Se ti è piaciuta questa guida, assicurati di seguire e iscriverti a Guiding Tech per altri tutorial riguardanti la tecnologia di tutti i giorni e dai un’occhiata a uno di questi articolo che pensiamo potrebbero interessarti.