Come creare e modificare un modulo per una query o una tabella in Microsoft Access

Microsoft Access è un software di gestione di database ampiamente utilizzato per la creazione di tabelle, query, form e report. La creazione e la modifica di moduli per le query o le tabelle è un’attività essenziale per la personalizzazione dei dati gestiti nel database. In questo processo, è possibile definire i campi da visualizzare, personalizzare l’aspetto del modulo e stabilire le relazioni tra le tabelle. Questa guida fornirà una panoramica delle procedure necessarie per creare e modificare un modulo per una query o una tabella in Microsoft Access. Saranno forniti consigli utili per semplificare il processo e garantire il successo del progetto.

Crea una query in Access: Guida passo-passo

Microsoft Access è un software di gestione database che consente di creare e gestire tabelle, query, moduli e report. In questo articolo, vedremo come creare una query in Access passo-passo.

Passo 1: Aprire Microsoft Access e selezionare la scheda Query

Per creare una query in Access, apriamo il programma e selezioniamo la scheda “Query” nella barra di navigazione in alto.

Passo 2: Selezionare la tabella

Dopo aver aperto la scheda “Query”, selezioniamo la tabella dalla quale vogliamo estrarre i dati. Possiamo scegliere la tabella dalla finestra “Tabelle” a sinistra dello schermo.

Passo 3: Aggiungere i campi alla query

Dopo aver selezionato la tabella, è necessario aggiungere i campi alla query. Possiamo farlo trascinando i campi desiderati dalla finestra “Tabelle” nella finestra “Criteri”. In alternativa, possiamo selezionare la casella di controllo accanto al nome del campo.

Passo 4: Aggiungere criteri alla query

Dopo aver aggiunto i campi alla query, possiamo impostare i criteri per filtrare i dati. Possiamo farlo selezionando il campo al quale vogliamo applicare il criterio e inserendo il valore desiderato nella riga “Criteri”.

Passo 5: Salvare la query

Dopo aver configurato la query, possiamo salvarla selezionando “Salva” dalla barra degli strumenti. Diamo un nome alla query e selezioniamo la cartella in cui vogliamo salvarla.

Modificare una query in Access

Per modificare una query in Access, apriamo la query e selezioniamo “Visualizza” dalla barra degli strumenti. Qui possiamo modificare i campi, i criteri e l’ordinamento della query.

Aggiungere campi alla query

Per aggiungere un campo alla query, selezioniamo “Visualizza” e poi “Campi” dalla barra degli strumenti. Trasciniamo il campo desiderato dalla finestra “Tabelle” nella finestra “Criteri”.

Aggiungere criteri alla query

Per aggiungere un criterio alla query, selezioniamo il campo al quale vogliamo applicare il criterio e inseriamo il valore desiderato nella riga “Criteri”. Possiamo anche utilizzare gli operatori logici come “AND” e “OR” per creare criteri complessi.

Modificare l’ordinamento della query

Per modificare l’ordinamento della query, selezioniamo “Visualizza” e poi “Ordinamento” dalla barra degli strumenti. Qui possiamo selezionare il campo di ordinamento e scegliere se ordinarlo in modo ascendente o discendente.

Guida pratica: come modificare efficacemente una query

Se stai lavorando con Microsoft Access, capire come creare e modificare una query è un’abilità essenziale per gestire i dati in modo efficace. Una query è uno strumento potente che consente di selezionare, filtrare e unire dati da una o più tabelle. Tuttavia, la modifica di una query può essere complicata se non si conoscono i passaggi giusti.

Passo 1: Aprire la query esistente

Per modificare una query esistente, è necessario aprirla in modalità progettazione. Seleziona la query che desideri modificare nella sezione “Query” dell’elenco oggetti di Access e fai clic su “Modifica”.

Passo 2: Identificare i campi da modificare

Una volta aperta la query in modalità progettazione, esamina i campi selezionati nella sezione “Campo”. Seleziona i campi che desideri modificare. È possibile aggiungere o rimuovere campi dalla query facendo clic sul pulsante “Aggiungi campo” o “Rimuovi campo” nella scheda “Progettazione” della barra multifunzione.

Passo 3: Aggiungere criteri alla query

Se desideri filtrare i dati in base a determinati criteri, puoi aggiungere criteri alla sezione “Criteri” nella griglia di progettazione della query. Utilizza la sintassi SQL per creare i criteri, ad esempio “WHERE [Nome campo] = ‘valore'”.

Passo 4: Aggiungere ordinamenti alla query

Se desideri ordinare i dati in base a determinati criteri, puoi aggiungere ordinamenti alla sezione “Ordinamento” nella griglia di progettazione della query. Utilizza la sintassi SQL per creare gli ordinamenti, ad esempio “ORDER BY [Nome campo] ASC“.

Passo 5: Salvare la query modificata

Dopo aver apportato tutte le modifiche necessarie, salva la query facendo clic sul pulsante “Salva” nella scheda “Progettazione” della barra multifunzione. Assegna un nome significativo alla query modificata per identificarla facilmente in futuro.

Seguendo questi passaggi, è possibile modificare efficacemente una query in Microsoft Access. Ricorda di tenere traccia delle modifiche apportate e di testare la query per assicurarti che restituisca i risultati desiderati.

Guida completa alla creazione di tabelle in Access: passo dopo passo

Microsoft Access è uno strumento di gestione dei dati che consente di creare e gestire database, tabelle, query e moduli. Una delle caratteristiche principali di Access è la possibilità di creare tabelle personalizzate per organizzare e gestire i dati in modo efficiente. In questa guida completa, ti mostreremo passo dopo passo come creare tabelle in Access.

Passo 1: Avviare Microsoft Access e creare un nuovo database

Per creare una nuova tabella in Microsoft Access, è necessario prima avviare il programma e creare un nuovo database. Per farlo, segui questi passaggi:

1. Avvia Microsoft Access.
2. Fare clic su “File” nella barra del menu principale.
3. Selezionare “Nuovo” e quindi “Database vuoto”.
4. Scegliere una posizione in cui salvare il nuovo database e assegnare un nome alla cartella.
5. Fare clic su “Crea”.

Passo 2: Creare una nuova tabella

Dopo aver creato un nuovo database, è possibile creare una nuova tabella. Per farlo, segui questi passaggi:

1. Fare clic sulla scheda “Tabelle” nella barra di navigazione sinistra.
2. Fare clic su “Nuova tabella” nella sezione “Tabella” della scheda.
3. Scegliere se si desidera creare una nuova tabella in modalità “Progettazione” o “Vista foglio dati”.
4. Selezionare le colonne necessarie per la tabella e assegnare un nome a ciascuna colonna.
5. Fare clic su “Salva” per salvare la nuova tabella.

Passo 3: Aggiungere campi alla tabella

Dopo aver creato una nuova tabella, è possibile aggiungere campi alla tabella. Per farlo, segui questi passaggi:

1. Fare clic sulla scheda “Progettazione” nella barra di navigazione sinistra.
2. Fare clic sulla riga di intestazione della colonna in cui si desidera aggiungere un campo.
3. Digitare il nome del campo nella casella “Nome campo”.
4. Selezionare il tipo di dati appropriato per il campo.
5. Aggiungere eventualmente una descrizione del campo nella casella “Descrizione”.
6. Fare clic su “Salva” per salvare le modifiche.

Passo 4: Modificare i campi della tabella

Dopo aver aggiunto i campi alla tabella, è possibile modificare i campi esistenti. Per farlo, segui questi passaggi:

1. Fare clic sulla scheda “Progettazione” nella barra di navigazione sinistra.
2. Fare clic sulla riga di intestazione della colonna che si desidera modificare.
3. Apportare le modifiche desiderate al campo nella sezione “Proprietà campo” nella parte inferiore della finestra.
4. Fare clic su “Salva” per salvare le modifiche.

Passo 5: Eliminare i campi della tabella

Se si desidera eliminare un campo dalla tabella, segui questi passaggi:

1. Fare clic sulla scheda “Progettazione” nella barra di navigazione sinistra.
2. Fare clic sulla riga di intestazione della colonna che si desidera eliminare.
3. Premere il tasto “Elimina” sulla tastiera.
4. Fare clic su “Salva” per salvare le modifiche.

Passo 6: Modificare le proprietà della tabella

Dopo aver creato la tabella, è possibile modificare le proprietà della tabella. Per farlo, segui questi passaggi:

1. Fare clic sulla scheda “Progettazione” nella barra di navigazione sinistra.
2. Fare clic sulla riga di intestazione della tabella nella sezione “Proprietà tabella” nella parte inferiore della finestra.
3. Apportare le modifiche desiderate alle proprietà della tabella nella sezione “Proprietà tabella”.
4. Fare clic su “Salva” per salvare le modifiche.

Conclusione:

Dopo aver creato la tabella, è possibile modificare i campi esistenti, eliminare i campi non necessari e modificare le proprietà della tabella. Seguendo questa guida completa, sarai in grado di creare tabelle personalizzate in Microsoft Access in poco tempo.

Modifica contenuto tabella: guida pratica passo-passo

Modificare il contenuto di una tabella in Microsoft Access può sembrare un compito complicato, ma in realtà è molto semplice se si seguono alcuni passaggi fondamentali. In questa guida pratica passo-passo, ti mostreremo come modificare il contenuto di una tabella in modo efficiente e veloce.

Passo 1: Apri la tabella che vuoi modificare

Prima di tutto, devi aprire la tabella che vuoi modificare. Per farlo, apri Microsoft Access e seleziona la scheda “Tabelle” dalla barra di navigazione principale. Seleziona quindi la tabella che desideri modificare e fai clic su “Apri”.

Passo 2: Seleziona il campo che vuoi modificare

Una volta aperta la tabella, individua il campo che desideri modificare. Fai clic su di esso per selezionarlo. Il campo verrà evidenziato in blu.

Passo 3: Modifica il contenuto del campo

Ora che hai selezionato il campo, puoi modificare il contenuto. Digita il nuovo valore direttamente nel campo o seleziona il valore esistente e sostituiscilo con il nuovo valore. Assicurati di salvare le modifiche prima di uscire dalla tabella.

Passo 4: Salva le modifiche

Una volta che hai apportato le modifiche alla tabella, assicurati di salvarle. Fai clic su “Salva” nella barra degli strumenti della tabella o premi il tasto “Ctrl+S” sulla tastiera. In questo modo, verranno salvate tutte le modifiche apportate alla tabella.

Passo 5: Chiudi la tabella

Una volta che hai salvato le modifiche, puoi chiudere la tabella. Fai clic su “Chiudi” nella barra degli strumenti della tabella o premi il tasto “Ctrl+F4” sulla tastiera. In questo modo, uscirai dalla tabella e tornerai alla vista precedente.

Modificare il contenuto di una tabella in Microsoft Access è facile se si seguono questi passaggi fondamentali. Assicurati di salvare le modifiche ogni volta che apporti delle modifiche alla tabella. In questo modo, eviterai di perdere tutte le modifiche apportate.

Ciao e benvenuti studenti! Il tutorial di oggi coprirà Microsoft Access 2016 e come creare query, form e report. Iniziamo subito. Nella lezione di oggi ho due tabelle in Microsoft Access, una che si chiama “inventario” e se la apro posso vedere che contiene diverse informazioni su quello che sembra essere un bar/snack locale. Ci sono informazioni sulle varie voci, sulla categoria, il prezzo, la quantità in magazzino e così via. Poi, se chiudo questa tabella e apro la tabella “inventario magazzino”, posso vedere le categorie, il magazzino e la posizione per poter trovare rapidamente i beni che vendiamo in questo bar/snack.

Una delle cose che voglio mostrarvi è come creare una query basata su questa tabella qui. Immaginiamo che il tuo capo ti dica “Voglio sapere il nome dell’oggetto, il prezzo e la quantità in magazzino di quell’oggetto.” Tu dici “Va bene, posso farlo.” Chiudiamo dunque questa tabella e possiamo creare una query che abbia solo queste informazioni, niente altro di cui non abbiamo bisogno.

Per creare qualsiasi oggetto in Microsoft Access, si va sulla scheda “Crea”. In questa scheda, ci sono vari gruppi. Io ho già creato delle tabelle, quindi non ne parlerò in questa lezione. Ma qui vedete “Query”. Se passate sopra queste due opzioni, potete vedere che una dice “Mostra la procedura guidata per le query”, che vi aiuta a creare una query semplice o per trovare duplicati. Ma se avete già creato una query e sapete cosa è e cosa fa, potete andare qui e scegliere “Progettazione query”.

A questo punto, si aprirà una finestra di dialogo per mostrare le tabelle disponibili. Clicca su “inventario” e vedrai la nostra tabella apparire nella parte inferiore. Questa è la Progettazione query. Vedrai che non puoi fare nulla finché non chiudi questa finestra di dialogo. Quindi la chiudo e ingrandisco la finestra di Progettazione query. Bene, ora ho l’inventario qui e diciamo che vogliamo sapere il nome dell’oggetto, il prezzo e la quantità in magazzino. Quindi clicco sul nome dell’oggetto, poi sul prezzo e infine sulla quantità in magazzino. Perfetto. Ora clicco su “Esegui” per vedere i risultati. I risultati appaiono come una tabella e vedo tutti gli oggetti, i prezzi e le quantità in magazzino. Ma supponiamo che il mio capo mi chieda di vedere solo quelli con una quantità in magazzino inferiore a 100. Bene, devo modificare qualcosa nella Progettazione query, e cioè il criterio. Torno alla vista Progettazione, imposto il criterio come “quantità in magazzino < 100" e poi eseguo di nuovo la query. Ora vedo solo gli oggetti con una quantità in magazzino inferiore a 100.

Quindi ecco come creare una query. Ci sono molte altre opzioni di personalizzazione, ma le coprirò in un altro articolo. Ora, se il tuo capo ti dice “Hey, abbiamo bisogno di inserire più oggetti nella tabella inventario, ma li vogliamo inserire uno per uno”, la soluzione è creare un modulo. Quindi chiudo questa tabella e clicco su “Moduli”. Clicco su “Modulo” e si crea un modulo su questa tabella. Ora posso aggiungere nuovi record e modificare le voci. Poi c’è la stampa dei dati. La migliore opzione è creare un report. Quindi seleziono la query “tutti gli oggetti con una quantità in magazzino inferiore a 100”. Vado sulla scheda “Crea” e clicco su “Report”. Questo crea un report con i dati della query. Il report è già impostato come anteprima di stampa e può essere personalizzato nella vista di layout. Posso personalizzarlo come voglio.

E questi sono i concetti di base su come creare query, moduli e rapporti in Microsoft Access. Spero che questo articolo ti sia stato di aiuto. Se ti è piaciuto, lascia un like e considera di iscriverti al canale. Grazie per la visione e buona giornata!