Come installare il sottosistema Windows per Linux 2 su Windows 11/10

Il sottosistema Windows per Linux 2 (WSL2) è una funzionalità di Windows 11/10 che consente di eseguire un ambiente Linux all’interno di Windows. Questo permette agli sviluppatori di utilizzare strumenti e applicazioni Linux direttamente su Windows, senza dover installare una macchina virtuale separata. In questa guida, vedremo come installare il sottosistema Windows per Linux 2 su Windows 11/10, passo dopo passo, in modo da poter iniziare a utilizzare il sistema operativo Linux senza dover abbandonare Windows.

Installazione di WSL 2 su Windows 11.

WSL 2 è la versione più recente del sottosistema Windows per Linux, che offre una maggiore compatibilità con le applicazioni Linux rispetto alla versione precedente. Se vuoi installare WSL 2 su Windows 11, segui questi semplici passaggi.

1. Verifica la versione di Windows 11

Prima di iniziare, assicurati di avere la versione più recente di Windows 11 installata sul tuo computer. Per farlo, vai su Impostazioni > Sistema > Informazioni e cerca la voce “Versione” per verificare la tua versione di Windows.

2. Abilita la funzionalità “Windows Subsystem for Linux”

Per installare WSL 2, devi prima abilitare la funzionalità “Windows Subsystem for Linux”. Puoi farlo seguendo questi passaggi:

– Apri il prompt dei comandi o PowerShell come amministratore.
– Digita il comando dism.exe /online /enable-feature /featurename:Microsoft-Windows-Subsystem-Linux /all /norestart e premi Invio.
– Digita il comando dism.exe /online /enable-feature /featurename:VirtualMachinePlatform /all /norestart e premi Invio.

3. Scarica e installa il kernel di Linux

Per utilizzare WSL 2, devi scaricare e installare il kernel di Linux. Puoi farlo seguendo questi passaggi:

– Scarica il pacchetto del kernel di Linux dal sito web di Microsoft.
– Esegui il file scaricato e accetta i termini della licenza.
– Riavvia il computer per completare l’installazione.

4. Imposta WSL 2 come versione predefinita

Per impostare WSL 2 come versione predefinita del sottosistema Windows per Linux, segui questi passaggi:

– Apri il prompt dei comandi o PowerShell come amministratore.
– Digita il comando wsl –set-default-version 2 e premi Invio.

5. Scarica e installa una distribuzione Linux

Adesso che hai configurato WSL 2, puoi scaricare e installare una distribuzione Linux dalla Microsoft Store. Puoi scegliere tra diverse distribuzioni, come Ubuntu, Debian o SUSE.

6. Esegui la tua distribuzione Linux

Una volta installata la tua distribuzione Linux preferita, puoi avviarla seguendo questi passaggi:

– Clicca sul pulsante Start e cerca la tua distribuzione Linux.
– Clicca sull’icona della distribuzione per avviarla.
– Segui le istruzioni per completare la configurazione iniziale.

Seguendo questi semplici passaggi, puoi iniziare a utilizzare il sottosistema Windows per Linux e godere di tutte le sue funzionalità.

Abilitare il sottosistema Linux su Windows

Per installare il sottosistema Windows per Linux 2 su Windows 11/10, è necessario abilitare il sottosistema Linux su Windows. Ciò consentirà al sistema operativo di Windows di eseguire distribuzioni Linux come se fossero programmi nativi di Windows.

Per abilitare il sottosistema Linux su Windows, seguire i seguenti passaggi:

  1. Aprire le Impostazioni di Windows e selezionare la sezione “Applicazioni”.
  2. Nella sezione “Funzionalità opzionali”, fare clic sul pulsante “Aggiungi una funzionalità”.
  3. Selezionare “Sottosistema Windows per Linux” e fare clic su “Installa”.
  4. Attendere il completamento dell’installazione e riavviare il computer.

Dopo aver abilitato il sottosistema Linux su Windows, è possibile installare il sottosistema Windows per Linux 2 e utilizzare distribuzioni Linux come Ubuntu, Debian e altre.

È importante notare che l’abilitazione del sottosistema Linux su Windows richiede privilegi amministrativi. In caso di problemi durante l’installazione, è consigliabile contattare l’amministratore di sistema o utilizzare un account con privilegi amministrativi.

In definitiva, l’abilitazione del sottosistema Linux su Windows è un passo essenziale per l’installazione e l’utilizzo del sottosistema Windows per Linux 2. Seguendo i passaggi sopra descritti, sarà possibile eseguire distribuzioni Linux su Windows come se fossero programmi nativi di Windows.

Abilitare WSL su Windows 11: istruzioni rapide

Windows 11 offre il supporto nativo per il sottosistema Windows per Linux 2 (WSL2), che consente di eseguire un ambiente Linux direttamente su Windows. Tuttavia, prima di poter utilizzare WSL su Windows 11, è necessario abilitare la funzionalità. In questo articolo, ti guideremo passo dopo passo su come abilitare WSL su Windows 11.

Passo 1: Attivare la funzionalità WSL

Per abilitare WSL su Windows 11, è necessario prima attivare la funzionalità. Per farlo, segui questi semplici passaggi:

  1. Apri il Menu Start e cerca “Pannello di controllo”.
  2. Fai clic su “Programmi” e quindi su “Attiva o disattiva le funzionalità di Windows”.
  3. Cerca “Sottosistema Windows per Linux” e assicurati che la casella di controllo sia selezionata.
  4. Fai clic su “OK” per salvare le modifiche e attendi che il sistema installi la funzionalità.

Passo 2: Scaricare un’immagine di distribuzione di Linux

Dopo aver attivato la funzionalità WSL, devi scaricare un’immagine di distribuzione di Linux. Puoi farlo facilmente tramite Microsoft Store. Ecco come:

  1. Apri il Microsoft Store dal Menu Start.
  2. Cerca la distribuzione di Linux che preferisci (ad esempio, Ubuntu, Debian, SUSE Linux Enterprise, ecc.).
  3. Fai clic sul pulsante “Scarica” e attendi che il download e l’installazione siano completati.

Passo 3: Configurare l’immagine di distribuzione di Linux

Dopo aver scaricato l’immagine di distribuzione di Linux, devi configurarla per l’uso con WSL. Ecco come:

  1. Apri il Menu Start e cerca “Sottosistema Windows per Linux”.
  2. Fai clic sulla distribuzione di Linux che hai appena scaricato e installato.
  3. Segui le istruzioni per configurare l’immagine di distribuzione di Linux.

Passo 4: Avviare l’immagine di distribuzione di Linux

Dopo aver configurato l’immagine di distribuzione di Linux, puoi avviarla facilmente tramite il prompt dei comandi. Ecco come:

  1. Apri il Menu Start e cerca “Prompt dei comandi”.
  2. Fai clic con il pulsante destro del mouse su “Prompt dei comandi” e seleziona “Esegui come amministratore”.
  3. Digita il comando “wsl” e premi “Invio”.

Ora dovresti vedere la shell di Linux avviarsi all’interno del prompt dei comandi di Windows. Puoi ora utilizzare Linux direttamente su Windows 11!

Con WSL, è possibile eseguire un ambiente Linux direttamente su Windows 11 senza dover utilizzare una macchina virtuale. Segui questi passaggi per abilitare WSL su Windows 11 e iniziare a utilizzare Linux direttamente sul tuo computer Windows.

Il sottosistema Windows per Linux: una guida introduttiva.

Se sei un utente di Windows e hai sempre desiderato di avere la potenza di Linux sul tuo sistema, allora il sottosistema Windows per Linux (WSL) è la soluzione che stavi cercando. WSL è una funzionalità di Windows che consente di eseguire applicazioni Linux direttamente su un sistema Windows.

Perché installare WSL 2 su Windows 11/10?

WSL 2 è la versione più recente del sottosistema Windows per Linux e offre migliori prestazioni rispetto alla versione precedente. Inoltre, WSL 2 supporta il kernel Linux completo, il che significa che è possibile eseguire qualsiasi applicazione Linux senza problemi.

Come installare WSL 2 su Windows 11/10:

1. Apri il menu Start e cerca “Caratteristiche di Windows”.
2. Seleziona “Caratteristiche di Windows” e scorri fino a trovare “Sottosistema Windows per Linux”.
3. Seleziona “Sottosistema Windows per Linux” e clicca su “OK”.
4. Dopo aver installato WSL, vai al Microsoft Store e cerca la distribuzione Linux che desideri utilizzare.
5. Scarica e installa la distribuzione Linux.
6. Dopo aver installato la distribuzione Linux, apri il prompt dei comandi e digita “wsl” per avviare la distribuzione Linux.

Conclusioni:

WSL 2 è una funzionalità incredibilmente utile per gli utenti Windows che desiderano utilizzare applicazioni Linux senza dover creare una macchina virtuale separata. Con WSL 2, è possibile eseguire applicazioni Linux direttamente su Windows con prestazioni elevate e senza problemi di compatibilità.

Una volta installato, potrai godere della potenza di Linux sul tuo sistema Windows senza dover abbandonare il tuo ambiente operativo preferito.

Se sei un utente Windows che ha pensato di iniziare con Linux, ora è probabilmente il momento migliore per farlo. Abbiamo più opzioni per installare Linux e queste opzioni sono più convenienti che mai. Puoi, naturalmente, installare Linux direttamente sul computer e può essere fatto come unico sistema operativo sul computer, oppure puoi utilizzare il dual boot per avere sia Windows che Linux sullo stesso computer. Un’altra opzione è l’utilizzo di un hypervisor di terze parti come VirtualBox o VMware, che ti permettono di eseguire macchine virtuali, tra cui macchine virtuali Linux.

In questo video, però, voglio parlare di un’alternativa integrata nelle versioni recenti di Windows, che è WSL (Windows Subsystem for Linux). Il nome stesso, Windows Subsystem for Linux, a mio parere è un po’ confuso e se dovessi scegliere, probabilmente opterei per l’opposto, Linux Subsystem for Windows. Ma a nessuno lo hanno chiesto ed è il nome che Microsoft ha deciso di usare. Quindi abbiamo Windows Subsystem for Linux o WSL per brevità.

Vediamo come iniziare con WSL e come ottenere una macchina virtuale Ubuntu su di esso. Anche il processo di inizio con WSL è migliorato nel corso degli anni e oggi, con Windows 11, è davvero semplice avviarlo. Tutto quello che devi fare è aprire PowerShell. Ma anziché aprire direttamente PowerShell, accediamo ad esso tramite il Windows Terminal. Quindi, cerchiamo il Windows Terminal, ma non lo avvierò da qui. Voglio eseguirlo come amministratore, quindi lo apro da dove c’è scritto “Esegui come amministratore”. Qui abbiamo il Windows Terminal e se guardiamo il nome della scheda, possiamo vedere “Amministratore”, il che significa che ora abbiamo PowerShell in esecuzione come amministratore.

Per installare WSL, tutto ciò che dobbiamo eseguire è un semplice comando WSL –install. Una volta premuto Invio, verranno installati tutti i prerequisiti per WSL e quindi WSL stesso verrà installato. Non appena ciò sarà fatto, Ubuntu, che è il desktop Linux che utilizzeremo, verrà scaricato. Quindi, l’installazione sta avvenendo e come abbiamo detto, prima verranno installati i prerequisiti, quindi WSL stesso e infine verrà scaricato Ubuntu. Ci vorranno alcuni minuti, quindi interromperò la registrazione e tornerò dopo che avrà terminato.

Ottimo, quindi questa fase dell’installazione è completa. Ora dobbiamo riavviare il computer perché l’installazione sia completata. Quindi, facciamolo, riavviamo il computer e puoi vedere che sono in corso degli aggiornamenti. Questi sono tutti tipi di funzionalità necessarie per WSL, che non sono installate di default in Windows 11 poiché la maggior parte delle persone non le utilizza. Ma se vogliamo usare WSL, Windows ne ha bisogno, quindi le installa per noi. E puoi vedere che appena il computer si riavvia, l’installazione di WSL stessa viene completata. Poi guarda cosa abbiamo qui: Ubuntu. Quindi, ora l’installazione di Ubuntu stessa sta avvenendo e non ci vorrà molto tempo. Ed ecco fatto, ora abbiamo un sistema Ubuntu in esecuzione su Windows.

Tuttavia, per iniziare a utilizzarlo, dobbiamo prima configurare un utente. Quindi, inseriamo un nome utente per un nuovo Ubuntu Linux. E ora dobbiamo fornire una password. Nota che quando digiterò la password, non verrà visualizzato nulla e va bene. È così che funziona in Linux. Quando inseriamo le password, il sistema le legge, ma non viene mostrato nulla. Quindi, immettiamo una password e dobbiamo reinserire la password solo per assicurarci che non ci siano errori. Ecco fatto, abbiamo ora Ubuntu in funzione e pronto per essere utilizzato.

E poiché questa è una completa installazione di Linux, specificatamente Ubuntu, tutto ciò che può essere fatto con un sistema Ubuntu può essere fatto qui. Ad esempio, verifichiamo quale versione di Linux abbiamo utilizzando il comando lsb_release -a. E possiamo vedere che abbiamo effettivamente Ubuntu e in particolare Ubuntu 20.04. Possiamo ovviamente aggiornare il nostro sistema Ubuntu, quindi eseguiamo sudo apt update e dobbiamo digitare la password Linux che abbiamo appena impostato. Il nostro sistema Linux si sta aggiornando. E vediamo un altro esempio di applicazione Linux che possiamo eseguire e scelgo htop, che è in qualche modo equivalente al Task Manager di Windows. Quindi, per eseguirlo, tutto quello che dobbiamo fare è eseguire htop e qui possiamo vedere l’elenco dei processi in esecuzione, quanto memoria abbiamo e possiamo anche vedere quanto sono occupati i nostri processori. Per uscire da htop, premo Ctrl + C. A proposito, possiamo anche accedere al nostro sistema Ubuntu dal Windows Terminal. Quindi, chiudiamo questa finestra e apriamo nuovamente il Windows Terminal. E come abbiamo detto prima, questa scheda del Windows Terminal sta eseguendo PowerShell, come si può vedere qui Windows PowerShell, ma ora apro una seconda scheda che eseguirà Ubuntu. Quindi, faccio clic qui sulla piccola freccia e come puoi vedere, ora abbiamo una nuova opzione che prima non avevamo e questa è Ubuntu. Quindi, scegliamo Ubuntu e qui abbiamo accesso al nostro sistema Ubuntu direttamente dal Windows Terminal.