Come abilitare o disabilitare la funzione di ricerca della scheda in Google Chrome

Google Chrome è uno dei browser più utilizzati al mondo, grazie alla sua velocità, semplicità e alla vasta gamma di funzioni che offre. Tra queste, una delle più utili è la funzione di ricerca della scheda, che consente di trovare rapidamente la scheda desiderata tra molte altre aperte contemporaneamente. Tuttavia, ci sono momenti in cui si potrebbe preferire disattivare questa funzione, ad esempio quando si sta utilizzando un computer condiviso e si vuole preservare la propria privacy. In questa guida, vedremo come abilitare o disabilitare la funzione di ricerca della scheda in Google Chrome, in modo da adattare il browser alle proprie esigenze e preferenze.

Guida completa: come bloccare le schede su Google Chrome

Se stai cercando un modo per bloccare le schede su Google Chrome, sei nel posto giusto. In questa guida completa ti mostreremo come fare.

Come abilitare o disabilitare la funzione di ricerca della scheda in Google Chrome

Prima di tutto, è importante capire che Chrome ha una funzione di ricerca della scheda che ti permette di trovare rapidamente la scheda che stai cercando. Questa funzione è abilitata di default, ma puoi disabilitarla se preferisci.

Per disabilitare la funzione di ricerca della scheda, segui questi passaggi:

  1. Apri Google Chrome sul tuo computer
  2. Fai clic sul pulsante del menu in alto a destra
  3. Seleziona “Impostazioni” dal menu a tendina
  4. Scorri verso il basso e fai clic su “Avanzate”
  5. Scorri verso il basso fino alla sezione “Schede”
  6. Trova la voce “Abilita la ricerca della scheda” e fai clic per disattivarla

Dopo aver disabilitato la funzione di ricerca della scheda, dovrai cercare le tue schede manualmente.

Come bloccare le schede su Google Chrome

Ora che hai disabilitato la funzione di ricerca della scheda, puoi bloccare le schede per evitare di chiuderle accidentalmente.

Per bloccare una scheda su Chrome, segui questi passaggi:

  1. Apri la scheda che vuoi bloccare
  2. Fai clic con il pulsante destro del mouse sulla scheda stessa
  3. Seleziona “Blocca scheda” dal menu a tendina

Una volta bloccata, la scheda avrà un’icona di blocco sulla sinistra e non potrà essere chiusa accidentalmente. Per sbloccare la scheda, basta ripetere i passaggi sopra e selezionare “Sblocca scheda” dal menu a tendina.

Attivare i suggerimenti di ricerca: la guida completa

Google Chrome è uno dei browser web più utilizzati al mondo. Tra le sue numerose funzionalità, c’è la possibilità di effettuare ricerche direttamente dalla barra degli indirizzi. Questa funzione è molto comoda, ma può diventare ancora più efficiente grazie ai suggerimenti di ricerca. In questa guida, vedremo come attivare i suggerimenti di ricerca in Google Chrome.

Passo 1: Aprire Google Chrome e cliccare sul pulsante a tre punti in alto a destra della finestra del browser.

Passo 2: Selezionare “Impostazioni” dal menu a discesa.

Passo 3: Scorrere verso il basso fino alla sezione “Ricerca” e cliccare su “Gestisci motori di ricerca”.

Passo 4: Trovare il motore di ricerca che si desidera utilizzare per i suggerimenti di ricerca e cliccare sul pulsante “Modifica”.

Passo 5: Nella casella “URL con %s al posto del termine di ricerca”, inserire il seguente testo:

https://www.google.com/search?q=%s&sourceid=chrome&ie=UTF-8

Passo 6: Salvare le modifiche cliccando su “Fine”.

Ora i suggerimenti di ricerca sono stati attivati in Google Chrome. Quando si digita un termine nella barra degli indirizzi, appariranno i suggerimenti di ricerca sotto la forma di una lista di opzioni. Questi suggerimenti possono essere molto utili per risparmiare tempo e trovare informazioni più velocemente.

Se si desidera disabilitare i suggerimenti di ricerca in futuro, basta seguire gli stessi passi e modificare l’URL del motore di ricerca come segue:

https://www.google.com/search?q=%s&sourceid=chrome&ie=UTF-8&sugexp=chrome,mod=0&num=10&gws_rd=ssl

Rimuovendo l’ultima stringa di testo, “&sugexp=chrome,mod=0&num=10&gws_rd=ssl”, si disabilitano i suggerimenti di ricerca.

Con questa guida completa, è possibile abilitare o disabilitare i suggerimenti di ricerca a seconda delle proprie esigenze.

Privacy online: come evitare il tracciamento dei siti web

Quando navighiamo in Internet, è assai probabile che vengano tracciati i nostri dati di navigazione. Questo avviene tramite i cosiddetti “cookie” o attraverso altre tecniche di tracciamento. In questo articolo, vedremo alcune azioni che possiamo compiere per proteggere la nostra privacy online e evitare il tracciamento dei siti web.

Utilizzo di un browser con funzionalità di protezione della privacy

In primo luogo, possiamo utilizzare un browser che offra funzionalità di protezione della privacy. Uno tra i browser più noti e utilizzati in questo senso è Mozilla Firefox, che offre una vasta gamma di strumenti per proteggere la propria privacy online.

Disabilitazione dei cookie

I cookie sono piccoli file di testo che i siti web salvano sul nostro computer per tenere traccia delle nostre attività online. Possiamo disabilitare i cookie nel nostro browser per impedire ai siti web di tracciarci. Tuttavia, bisogna considerare che alcune funzionalità di alcuni siti web potrebbero non funzionare correttamente senza i cookie.

Utilizzo di un servizio VPN

Un altro modo per proteggere la propria privacy online è quello di utilizzare un servizio VPN. Un servizio VPN ci consente di navigare in Internet in modo anonimo, nascondendo la nostra posizione e la nostra attività online. Ci sono molti servizi VPN disponibili online e la maggior parte di essi richiede un abbonamento mensile o annuale.

Abilitazione della funzione “Do Not Track”

La funzione “Do Not Track” è una modalità di navigazione che impedisce ai siti web di tracciare la nostra attività online. Questa funzione è disponibile in molti browser, tra cui Google Chrome.

Conclusione

Utilizzare un browser con funzionalità di protezione della privacy, disabilitare i cookie, utilizzare un servizio VPN e abilitare la funzione “Do Not Track” sono alcune azioni che possiamo prendere per proteggere la nostra privacy online.

Disattivazione Tracker: Guida completa per proteggere la tua privacy

Se sei preoccupato per la tua privacy online, la disattivazione dei tracker è un passo importante da fare. I tracker sono strumenti utilizzati da molte aziende per raccogliere informazioni sui tuoi comportamenti online e utilizzarle per scopi pubblicitari o di profilazione. Questo può essere spiacevole e invasivo, ma ci sono modi per proteggere la tua privacy.

Ecco una guida completa per disattivare i tracker e proteggere la tua privacy online.

Disattivazione dei tracker su Google Chrome:

1. Apri Google Chrome sul tuo computer.
2. Clicca sui tre puntini in alto a destra della finestra del browser.
3. Seleziona “Impostazioni” dal menu a comparsa.
4. Scorri verso il basso e clicca su “Avanzate” per espandere le opzioni avanzate.
5. Seleziona “Privacy e sicurezza” dal menu a sinistra.
6. Scorri verso il basso e seleziona “Impostazioni del sito web”.
7. Clicca su “Tracker” e attiva l’interruttore per disattivare i tracker.
8. Puoi anche disattivare la funzione di rilevamento di attività di navigazione cliccando sull’interruttore accanto a “Migliora la protezione dai tracker”.

Una volta disattivati i tracker, non sarai più monitorato da terze parti durante la tua navigazione sul web. Questo significa che le aziende non saranno in grado di raccogliere informazioni sul tuo comportamento online e utilizzarle per scopi pubblicitari o di profilazione.

Segui questa guida per disattivare i tracker su Google Chrome e assicurati che le tue attività online rimangano private.

Ciao ragazzi, in questo articolo vi mostrerò come abilitare la funzione di ricerca delle schede in Google Chrome su Windows 10, quindi iniziamo. Per prima cosa, aprite Google Chrome. Potete vedere che ho diverse schede aperte qui e non ho la funzione di ricerca delle schede nella barra delle schede. Quindi abilitiamola. Prima di procedere, assicuratevi di avere l’ultima versione di Google Chrome. Per verificare, cliccate sui tre punti in alto a destra, poi su Aiuto e su Informazioni su Google Chrome. Vedrete che il browser sta controllando gli aggiornamenti e che la mia versione è aggiornata.

Ora che abbiamo l’ultima versione di Google Chrome, possiamo abilitare la funzione di ricerca delle schede. Aprite una nuova scheda in Google Chrome e digitate nella barra degli indirizzi “chrome://flags” (senza virgolette) e premete Invio. Si aprirà la pagina dei flag. Qui, nel campo di ricerca, cercate “tab search”. Vedrete l’opzione “Abilita ricerca delle schede”, cliccate sul pulsante “Default” e selezionate “Abilitato”.

In fondo alla pagina vedrete un messaggio che dice che le modifiche avranno effetto al prossimo riavvio di Google Chrome. Premete sul pulsante “Riavvia” per farlo. Vedrete che Chrome si riavvierà. Riaprite tutte le schede che avevate aperto. Se andate sulla barra delle schede, troverete una piccola freccia rivolta verso il basso, questo è il pulsante per la ricerca delle schede. Cliccando su di esso, potrete visualizzare tutte le schede aperte e cercarle. Provate a cercare “Facebook” e vedrete le schede relative. Cliccando su una di esse, sarete direttamente su quella scheda.

Questo è tutto. In questo modo potrete facilmente abilitare la ricerca delle schede in Google Chrome su Windows 10. Grazie per la visione e se vi sono piaciuti i miei articolo, vi prego di supportare questo canale iscrivendovi. Grazie e arrivederci!